fbpx

Milano, Brescia, Como, Bergamo, una gita fuori porta alla scoperta di musei e monumenti in Lombardia da guardare con il naso all’insù. La prima domenica di ogni mese l’entrata è gratuita. 

Bergamo

Una gita fuori porta in uno dei Borghi più belli d’Italia, grazie al suo patrimonio artistico e architettonico, Lovere, offre la possibilità a turisti e non, di visitare la Galleria dell’Accademia Tadini che è tra i più antichi musei della Lombardia. 

Milano

Dal Museo Civico di Storia Naturale, al Museo del Castello Sforzesco, alla Galleria d’Arte Moderna, alla Pinacoteca di Brera, una delle più importanti gallerie nazionali d’arte antica e moderna. Milano è sicuramente la meta ideale per chi vuole passare giornate all’insegna della cultura e della storia del nostro Paese.

Brescia

Un viaggio nella storia tra Chiostri, Musei e affreschi medievali. Una passeggiata da Piazza Vittoria a Piazza Loggia dove potrete ammirare la Torre dell’Orologio, simbolo del patrimonio artistico bresciano e raggiungere poi il Castello della città, fortezza dell’epoca medievale. Se invece amate il lago, allora vi consigliamo di visitare Sirmione, una passeggiata vista lago non guasta mai. Cosa visitare? Il Castello Scaligero che permette l’accesso al centro storico e le Grotte di Catullo meritano uno sguardo. 

Como

Scoprire la città di Como attraverso la Pinacoteca Civica. La visita di Palazzo Volpi è l’ideale punto di partenza per avviare la conoscenza della realtà artistica della città e del territorio. Nei locali seicenteschi di Palazzo Volpi hanno trovato spazio le collezioni pittoriche e scultoree patrimonio della città. 

Cremona

Nella città di Stradivari, merita una visita la Pinacoteca del Museo Civico “Ala Ponzone”, che ha sede nel cinquescentesco Palazzo Affaitati dove potrete ammirare nella nuova Sala del Platina un prezioso armadio intarsiato, capolavoro dell’arte lignaria rinascimentale.
Il Museo Civico ospita inoltre Le Stanze per la Musica ovvero la collezione di strumenti storici di Carlo Alberto Carutti, una delle più importanti raccolte di strumenti a corda per la qualità, rarità  e stato di conservazione degli strumenti che la costituiscono.

Mantova

Città dei Gonzaga e nota per l’architettura rinascimentale degli edifici, Mantova offre la possibilità di visitare il Palazzo Ducale, una delle principali attrazioni turistiche della città, lasciando così agli amanti della cultura di immergersi nella storia dell’arte. 

Monza-Brianza

Attraversata dal fiume Lambro, a Monza Brianza è possibile vedere la Cappella Espiatoria,  il memoriale che il re d’Italia Vittorio Emanuele III volle essere eretto a Monza per commemorare l’assassinio del padre, re Umberto I, assassinato il 29 luglio 1900.

Pavia

A Pavia, il Palazzo Ducale ospita il Museo della Certosa, residenza estiva della dinastia dei Visconti e degli Sforza poi adibito a foresteria. Raccoglie opere provenienti dal complesso monastico.

Sondrio

Sondrio è definita il cuore della Valtellina. Offre la possibilità ai visitatori di conoscere Palazzo Besta di Teglio. Tra le più importanti dimore rinascimentali lombarde Palazzo Besta si affaccia sulla valle e sulle Alpi Orobie. Il panorama sarà mozzafiato.

Varese

Nel Parco del Ticino, in provincia di Varese, è possibile visitare l’Area Archeologica Monsorino Golasecca. Un’area archeologica di immensa importanza dove sono state rinvenute testimonianze delle probabili origini dei popoli lombardi. 

Solferino

In provincia di Mantova, Solferino, conosciuto per la battaglia che ne prese il nome, offre l’opportunità di poter visitare la Rocca di Solferino, il Museo del Risorgimento di Solferino e San Martino e l’Ossario monumentale in ricordo dei caduti di guerra. 

Duomo della Vergine Assunta

Una gita fuori porta alla scoperta di Lodi. L’entrata alla Basilica Cattedrale della Vergine Assunta di Lodi è gratuita. E’ una delle chiese più grandi della Lombardia ed è l’edificio più antico della città. Camminando per le vie della cittadina potrete visitare anche la Chiesa di San Francesco e San Lorenzo e lo spazio museale della Collezione Anatomica Paolo Gorini presente nell’Ospedale Vecchio di Lodi, nei pressi dell’incantevole chiostro della farmacia.

Articolo scritto in collaborazione con Regione Lombardia Explora Tourism #inLombardia

Show Full Content
Previous Il Puzzone di Moena, il caseificio e la ricetta dei Canederli
Next Olympic Post, nell’era digital, vivo l’emozione del cartaceo

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

NEXT STORY

Close

Il Puzzone di Moena, il caseificio e la ricetta dei Canederli

20 Settembre 2019
Close