fbpx

Hai pensato di trascorrere un weekend a Desenzano del Garda e vorresti orientarti sulle attrazioni da vedere, il piatto forte da assaggiare e su dove dormire?

Seguimi in questa mini guida alla scoperta di una tra le più eleganti e affascinanti località turistiche che circondano il Lago di Garda.

Chi l’ha detto che una vacanza al lago è una scelta un po’ vintage?
Spesso ci sono molti pregiudizi sul trascorrere un weekend in una località lacustre: si pensa che, oltre a una lunga passeggiata, ci sia poco da scoprire.
Così, salvo che si sia degli inguaribili appassionati di tramonti o semplicemente un po’ più in avanti con l’età, la scelta del lago viene, spesso e volentieri, un po’ bistrattata e accantonata dal solito, e antitetico, evergreen: il mare.

Non voglio stare qui a tergiversare sul trittico mare, montagna o lago, perché se c’è una cosa che ho imparato dalla mia passione per il viaggiare, come dal mio lavoro di social media strategist nel settore dell’hospitality, è che ogni località può regalarti molto di più di quel che cerchi, se solo sai ‘ascoltarla’.

Desenzano del Garda è sicuramente nel mio cuore, come lo è, del resto, in quello di tanti turisti italiani e stranieri che, in tutte le stagioni, la eleggono come meta delle loro vacanze.

Non ti resta che leggere con calma le prossime righe e prepararti alla scintilla.

Come trascorrere un weekend a Desenzano del Garda? Esplora una località balneare dal patrimonio storico, artistico e paesaggistico unico

Desenzano del Garda è una meta davvero invidiabile sotto diversi punti di vista e in qualsiasi stagione dell’anno, specialmente quella estiva, quando la località pullula di vita, ristoranti, negozi dalle vetrine curatissime e turisti in cerca di relax, divertimento e un clima sempre mite.
L’aria che si respira tra le sue viuzze, come passeggiando sul lungolago, è sempre piacevole: anche nelle giornate più torride, qui l’afa la fa difficilmente da padrone.

Ben collegata a tutte le città del Nord Italia, sia con l’autostrada che con la ferrovia, Desenzano è una località perfetta per essere visitata a piedi o sulle due ruote.
Il primo consiglio che voglio darti, se stai pianificando un weekend a Desenzano del Garda, è quello di dimenticare l’auto e noleggiare una bicicletta.

Oltre a portarti nelle bellissime spiagge di Desenzano, da quella dei Canneti alla giovanile Golden Beach, la bicicletta ti permetterà di conoscere gli angoli più nascosti del centro storico, da Piazza Malvezzi, vero cuore della città, al caratteristico e pittoresco porticciolo di Porto Vecchio, con quei suoi palazzetti in stile veneziano che si rispecchiano nell’acqua, fino al sempre animato lungolago.

Se sei un’amante dell’arte e dell’archeologia, oltre agli incredibili mosaici della Villa Romana venuta alla luce negli scavi dei primi anni 20 del ‘900, una tappa irrinunciabile è il Castello di Desenzano, con le sue antiche mura romane costruite in difesa delle invasioni barbariche.

Dalla sua cima potrai ammirare una delle più intriganti viste panoramiche sul lago di Garda. Inoltre, il Castello offre spesso eventi e mostre temporanee, ospitando in estate anche anche il cinema all’aperto.
Non dimenticare, infine, di dedicare un’intera giornata all’esperienza di un giro in battello alla scoperta del lago di Garda: la crociera è, infatti, il modo migliore per scoprire il lago più grande d’Italia, come le tante altre perle limitrofe, dalla magica Sirmione con le sue Grotte di Catullo alla splendida località di Garda, sul versante veronese.

Cosa assaggiare in un weekend a Desenzano del Garda? Degusta il famoso Tramezzo con Agone di Lago

Andare in vacanza in una destinazione lacustre significa assaporarne tutta l’essenza, anche e soprattutto attraverso le sue ricette a base di pesce di lago.

Se c’è un piatto che devi assolutamente mettere in cima alla tua wishlist, tra le pietanze tradizionali da provare in un weekend a Desenzano del Garda, quello è sicuramente il Tramezzo con Agone di Lago.

Da quando l’ho assaggiato, me ne sono innamorata a tal punto da scriverci perfino un articolo dedicato Agone di Lago

L’agone è un pesce d’acqua dolce dal sapore inconfondibile, che ai palati più raffinati ricorda un po’ quello della sarda di mare.
Si tratta di un pesce molto popolare sulle rive del Garda, spesso cucinato alla piastra, marinato o utilizzato per arricchire paste e risotti. Il Tramezzo con Agone di Lago fa, invece, parte di quella cucina innovativa che ama giocare con la sperimentazione.

Si tratta di un sandwich, morbidissimo dentro e croccante fuori, farcito con questo pesce d’acqua dolce e tanti altri ingredienti volti a valorizzarlo in un contrasto dolce e amaro: la cipolla, resa fondente e quasi caramellata, i capperi, le olive, un tocco di limone e della squisita maionese preparata con dell’olio di oliva locale, forte di quel suo tipico carattere intenso.

Creato dall’estro creativo dello chef del ristorante Philò del Park Hotel di Desenzano del Garda, il Tramezzo con Agone di Lago è davvero un piatto che mette d’accordo tutti i palati: da quelli gourmet a quelli meno avventati.

Non lasciarti ingannare dal suo nome, ossia tramezzo, il padre del diminutivo tramezzino: questa sorta di pan brioche a forma triangolare non è uno spuntino o una semplice merenda, ma un vero e proprio piatto completo, goloso e saziante.

Il suo nome, così curioso, custodisce anche una storia poetica: il termine tramezzino, infatti, è stato coniato niente di meno che dal grande Gabriele D’Annunzio.

Lo scrittore inventò questo nome per trovare un sostituto alla parola straniera sandwich, scegliendo di chiamare questo panino triangolare proprio tramezzino, in quanto gli ricordava (lui sì che era un uomo fantasioso) i tramezzi delle case.

Gli indirizzi per soggiornare un weekend a Desenzano del Garda. Sogna il tuo miglior risveglio 

Se stai cercando una struttura dal design elegante e moderno, che sia a breve distanza dal centro storico di Desenzano del Garda, ti consiglio di soggiornare all’Hotel Desenzano.
Situato ad appena 50 metri dalla stazione ferroviaria, questo hotel 4 stelle è la soluzione vincente se sei in cerca di wellness e romanticismo.

L’albergo regala splendide terrazze vista lago e, oltre a offrire a tutti gli ospiti una piccola piscina open air con idromassaggio e solarium, dispone anche di una palestra ben attrezzata e del servizio biciclette (gratis per la prima ora di noleggio).
Sei, piuttosto, alla ricerca di un soggiorno capace di coniugare tradizione e innovazione?

Se sogni un risveglio ‘inclusivo’ ed emozionale, l’Hotel Bonotto è il tuo indirizzo perfetto. Capace di soddisfare i suoi ospiti dal lontano 1973, quest’albergo strizza l’occhio agli spiriti più giovanili, grazie a uno staff puntualmente alla moda e customer-oriented.

La struttura si fa portavoce di un turismo accessibile e responsabile, accogliendo anche una clientela gay friendly come ospiti sensibili alla sostenibilità ambientale.

Invidiabile anche la posizione: l’albergo dista appena 100 metri dalle rive del Lago di Garda e meno di 500 mt dal centro città.

L’ultimo indirizzo che mi sento di consigliarti, di certo alla fine ma non per ordine d’importanza, è il Park Hotel.

All’unisono recensito come l’eccellenza dell’eccellenza, questa struttura 4 stelle calamita la sua attenzione per la qualità dei suoi molteplici servizi, oltre che per la sua proposta gastronomica singolare, forte del famigerato Tramezzo con Agone di Lago.

Incastonato sul lungolago, in pieno centro storico, il Park Hotel regala panorami mozzafiato e coccole per ogni tipologia di turista: dalla coppia a caccia di relax alla famiglia in cerca di comfort, fino al business man all’insegna di una parentesi di workation.

Sei pronto a regalarti un weekend a Desenzano del Garda a cuore aperto?
Chissà se aveva ragione proprio il poeta americano Wallace Stevens quando scriveva che, forse, “la verità dipende da una passeggiata intorno al lago”.

Desenzano è la mia seconda casa, un pezzettino del mio cuore è lì tra sogno e realtà. Contemplare il meraviglioso lago e lasciarsi andare a pensieri. Viverci sarebbe il mio più grande sogno.
Chissà, magari un giorno si avvererà.
Giada

Show Full Content
Previous Social Media Marketing per il turismo, come costruire una strategia vincente in tempi di crisi
Next Content Marketing Turistico, come pubblicare e trovare idee per il tuo hotel

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

NEXT STORY

Close

Il Salva. La tradizione sulle tavole cremasche

11 Maggio 2019
Close