fbpx

Da tempo, ormai, TikTok sta riuscendo ad espandersi senza sosta sia nel mondo asiatico, sia in quello occidentale, catturando l’attenzione di molti utenti.

Dopo aver conquistato principalmente un pubblico giovane, nell’ultimo periodo, anche i professionisti che si occupano di gestire la comunicazione sui social media, stanno iniziando a scoprire le funzionalità e le potenzialità di questo social, sperimentando nuovi modi per migliorare la propria rete di relazioni, e attuando strategie di marketing in grado di valorizzare i brand.

Una panoramica sui dati

Pensata come App per scoprire, condividere le proprie conoscenze ed apprendere nuove cose, in poco tempo è diventata un vero e proprio punto di riferimento per l’espressione, l’arte, l’intrattenimento, l’educazione, la cultura, influenzando fortemente la vita delle persone.

A tal proposito, si può notare che già nel mese di settembre del 2021, TikTok ha festeggiato il traguardo di 1 milione di iscritti. Ma nonostante l’evidente crescita della sua utenza, registrata negli ultimi mesi, molte aziende non hanno ancora percepito il valore potenziale di questo social, e non si sentono ancora pronte ad investire per le loro campagne di marketing.

Secondo un sondaggio realizzato nel 2022 da Hootsuite, si evidenzia infatti che solo il 38% degli intervistati prevede di aumentare gli investimenti sulla piattaforma nel corso dell’anno. Invece, il 24% pensa che TikTok sia il social ideale per raggiungere obiettivi di business, una percentuale bassa, rispetto al 62% calcolato per Facebook o al 49% per Instagram (ma anche al 40% per LinkedIn e Twitter e al 34% per Youtube).

Tuttavia, facendo un ulteriore confronto, nel 2020 solo il 3% degli intervistati aveva indicato TikTok come strumento da cui poter trarre vantaggio per migliorare il proprio business. Questo dimostra che in 12 mesi, il social ha ottenuto una notevole crescita del 700% (mentre Facebook e Instagram hanno registrato, rispettivamente, un -25% e un -40%).

Le potenzialità di TikTok

TikTok aiuta i brand a trovare la loro voce, a costruire una community solida e preziosa sul social, e a trovare nuove ispirazioni, grazie anche alla collaborazione dei creator. I contenuti condivisi dai creator, sviluppano tendenze, creano connessioni autentiche con il pubblico e influenzano positivamente le scelte o gli interessi delle persone, donando ai brand la capacità di ottenere risultati concreti e di grande impatto.

Così, la community si immerge in un flusso continuo di contenuti interessanti, trovando in TikTok anche una fonte di divertimento e intrattenimento: dal settore scientifico a quello del benessere e della bellezza, dal campo della moda a quello della cucina e del turismo.

Si esprime la personalità di un brand o di una singola persona attraverso la creatività; si promuove la gentilezza e la sensibilità; si diffondono valori, concetti di inclusione, abitudini e passioni personali, trucchi e consigli da mettere subito in pratica, storie di successo e storie che fanno sognare.

In particolare, per quanto riguarda l’ambito turistico, su TikTok si tende a mostrare esperienze di viaggio e di gusto, si parla di mete avventurose, straordinarie, ma anche di piccole realtà locali meno conosciute che valorizzano il territorio. Si condividono suggerimenti, idee e itinerari di viaggio, recensioni e momenti da cui sentirsi ispirati, attraverso un visual storytelling basato essenzialmente sui video e sulla musica.

Lo scopo di TikTok è infatti quello di diffondere contenuti coinvolgenti, rapidi ed efficaci, per stimolare l’interesse ed una maggior permanenza sulla piattaforma, riuscendo così a determinare il valore e il ranking di un video. Più un video viene visto, maggiore sarà il punteggio che gli verrà attribuito dall’algoritmo di Tik Tok, e più il content creator potrà ottenere visibilità, potendo così ampliare la sua rete di contatti.

Conclusioni

Da queste osservazioni, si evince che lo storytelling su TikTok può essere una valida opportunità di crescita sia per le aziende, sia per i creator, che possono sfruttare il social come un significativo touchpoint verso il percorso d’acquisto, attraverso una content strategy efficace.

E tu albergatore, hai già inserito questa piattaforma nel tuo piano editoriale?

Essere presenti su un nuovo social comporta sicuramente un maggior investimento in termini di tempo e di risorse, per mantenere una gestione costante. Tuttavia, un buon consiglio può essere quello di tenere in considerazione questo nuovo canale di comunicazione per la tua strategia promozionale.

Per comprendere meglio la figura del Social Media Managere ti suggerisco di leggere
AAA Social Media Manager per Hotel cercasi (disperatamente)

Show Full Content
Previous Destination Marketing, una preziosissima opportunità per Hotel e B&B
Next Come gestire il piano editoriale del tuo hotel 

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

NEXT STORY

Close

Olympic Post, nell’era digital, vivo l’emozione del cartaceo

11 Ottobre 2019
Close