fbpx

Passeggiare innamorandosi delle meravigliose Dolomiti e un pranzo con vista mozzafiato.

La mia permanenza a Moena prosegue felicemente. La tranquillità di questo luogo mi regala davvero una sensazione di pace interiore e con il mondo. 
Non sono qui in vacanza, come tanti possono pensare, lavoro come tutti, ma la cosa bella del mio lavoro è che si può portare ovunque. Mi dà la possibilità di spostarmi quando ne sento il bisogno. Moena è il mio bisogno di questo momento. Fisico e mentale per cercare di stare meglio. Il trekking o le passeggiate in paese sono oramai una routine a cui non so rinunciare.
Un pc, un cellulare e una connessione. Ho fatto della mia passione un lavoro che amo.  E sono felice.

Trekking Trentino
La nuvola azzurra che con un po’ di immaginazione sembra una freccia vi segnala il Piz Boè più in lontananza. A lato, ma poco più ravvicinato è il Sass Pordoi

Trekking ad alta quota, scegli la meta che fa per te

Alterno lavoro a passeggiate alla scoperta delle Dolomiti. Camminare ti porta ad entrare in sintonia con la natura e a rilassarti senza pensare a niente. Trekking ad alta quota, tutt’intorno il silenzio e la bellezza delle Dolomiti ti portano a contemplare il meraviglioso panorama con occhi spalancati e cuore in fribrillazione. 
Pensate che era sceso anche qualche fiocco di neve (inizio settembre 2019) giusto per dare un spolverata per lasciare poi spazio ad un mese davvero fantastico. Sole sole e ancora sole. 

Trekking al Sasso Piatto
A partire dalla vostra sinistra il Sasso Piatto, Cinque Dita e Sasso Lungo

Trekking e gusto in Trentino

L’aria di montagna fa bene al cuore e anche al palato 😉 Ma prima di pensare dove pranzare, pensiamo a raggiungere la vetta. Prima del sano trekking.
Dalla funivia Col Rodella a Campitello oppure salendo direttamente in auto sino al Passo Sella dove alla vostra destra troverete il Sasso Piatto, Cinque Dita e Sasso Lungo e in lontananza il Massiccio del Sella e il Sass Pordoi con il Piz Boè. In entrambi i casi vi separerà dal rifugio una breve passeggiata di pochi minuti, ma rimarrete comunque estasiati dalla bellezza del luogo. 

Rifugio Salei a 2.225 metri di altitudine

E quindi dopo una bella passeggiata seguendo parte del percorso del famoso Giro dei Quattro Passi non c’è miglior ricompensa che gustare dei buoni piatti della cucina di montagna in uno dei caratteristici rifugi circondati da panorami incantevoli e spettacolari. 
Ecco che a deliziare il palato ci pensa il Rifugio Salei a 2225 metri di altitudine tra la Val Gardena e la Val di Fassa. Ambiente tipicamente trentino, caldo e accogliente. 

Trekking e uova
Un piatto irresistibile: uova, patate e speck e formaggio fuso di Malga

Delizie vista Dolomiti

Appagati dalle ottime pietanze, dalla tipicità del luogo e dalla bellezza del panorama. Ogni piatto una delizia per il palato. Ho scelto uova, speck, patate e formaggio di malga. Un piatto a cui non so resistere quando sono in Trentino. Ampie vetrate vi permetteranno di pranzare contemplando il paesaggio. Ne rimarrete estasiati. 
I profumi ed i sapori genuini e semplici della tradizione gastronomica locale sapranno sorprendervi.

Rifugio Salei e Trekking

Il dolce che non può mancare

Non ho resistito nemmeno ad assaggiare il Kaiserschmarren, dolce trentino di cui ne vado matta. E’ una delizia! Con la marmellata di mirtilli è la fine del mondo.
E’ molto semplice da preparare, vi lascio la ricetta di un amico che vive in questa zona da diversi anni e che mi ha gentilmente concesso la pubblicazione 😉 

kaiserschmarren

Ecco quindi la ricetta

Ingredienti
  • 1 uovo
  • 17 grammi di zucchero
  • 40 grammi di farina
  • 75 ml latte
  • uvetta
Procedimento

Separare il tuorlo dall’albume. Montare il tuorlo con lo zucchero, aggiungere il latte e in ultimo la farina.
Montare a neve gli albumi
Unire i due composti, mescolare delicatamente e aggiungere l’uvetta.
In una padella antiaderente far sciogliere una noce di burro, versare il composto e lasciar cuocere a fuoco vivo. Far cuocere da entrambi i lati.
Risulterà simile ad una frittatina, dividerla a pezzi (romperla) aggiungere due noci di burro per terminare la cottura.
Da servire calda con una spolverata di zucchero a velo e marmellata di mirtilli rossi.

Io sono sicura che una volta assaggiata ve la chiederanno di nuovo. Io l’adoro <3
Pronti a provarlo?

instagram

Se vi siete persi le stories in Instagram potrete trovarle Qui nei pallini in evidenza nominati Moena

Show Full Content
Previous Torta di mele alle nocciole soffice e profumata
Next Il Puzzone di Moena, il caseificio e la ricetta dei Canederli

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

NEXT STORY

Close

Torta Cremona, la ricetta della torta più famosa della città

23 Ottobre 2018
Close