Home Qualcosa di me

Qualcosa di me

by admin
Qualcosa di me

Qualcosa di me. Qualcosa che posso raccontarvi solo io. Qualcosa che mi rispecchia.
Corre l’anno 2018

Il mio blog. Un blog che porta il mio nome. Giada Galbignani. Si, sono io.
Io con i miei pregi, io con i miei difetti.
Io con il mio sorriso, io con i miei occhi che parlano.
Io con le mie parole, io con i miei silenzi.
Io con i miei giorni euforici, io con i miei giorni no.

Io con una nuova vita, io con una paura terribile.
Io terrorizzata dai cambiamenti, io felice di viverli.
Io in fila, perché non ho tempo da perdere, ma so aspettare.
Io con la terra sotto i piedi, ma il lago nel cuore.

Io con mille desideri e mille stelle cadenti.
Io, pur sempre io. 

Qualcosa di me. Le cose che adoro.
Il sapere e i sapori della tradizione
Portatemi in una trattoria e mi farete felice!
Amo i sapori della tradizione e mi piace definirmi cremonese inside. Passione sfrenata per i marubini in brodo, per la mostarda abbinata ai bolliti e ai formaggi, per i graffioni e per il torrone artigianale.
Quei marubini che si preparano ancora come vuole la tradizione. Con tre tipi di carne. Con un brodo saporito. Con la pasta fresca fatta in casa con la nonna papera.
Non pensate alla mostarda come quei frutti che pizzicano per la troppa senape, ma pensate alla mostarda come una marmellatina la cui senape, essenza volatile, si dilegua in pochi secondi lasciandovi il sapore di frutta.
Vi racconto i blog tour a cui ho partecipato, perché la passione per la cucina e per i Social Media mi ha permesso poi di allargare i miei orizzonti. Mi impegno a promuovere il turismo in Lombardia.

Qualcosa di me. Le cose che faccio.

Qualcosa di me, Giada Galbignani

Qualcosa di me. Correva l’anno 2017

Chi è ora Giada dopo due anni di blog?

Il blog prosegue e sono felicissima per questo, ma è una scelta che non è piaciuta a tutte quelle persone che volevano e vogliono mettere mano alla mia vita. Per parecchio tempo ho fatto tanto in funzione degli altri. Rimettendoci. Per anni. Trovandomi poi sola. Perché si sa, “o fai quello che dico io, oppure sei una mela marcia”. Bene, per anni sono stata zerbino di tanti e nessuno ha mai perso occasione di dirmi che ero la pecora nera nonostante tutto. Ora voglio essere la mela marcia per davvero. Voglio vivere la mia vita e sbagliare a modo mio. Mi sono ritrovata e mi ritrovo con persone che non perdono occasione di rinfacciarmi il fatto di avermi aiutata.
Perché quando dai una mano, se lo fai in modo sincero, non rinfacciarlo alla prima occasione. Perché già la persona si sente in debito, se poi lo rinfacciate, si sente sempre sbagliata. Ed è così che tante volte mi sento. Sbagliata e sempre in errore.
Ecco che però il mio blog è sempre qui con me, in attesa che io scriva. Perché io amo scrivere, comunicare e raccontare. E no, non rinuncerò mai al mio blog, perché non faccio male a nessuno, condivido solo ottimi piatti della tradizione. Mi piace scoprire prelibatezze e farle tornare alla memoria.
Vi ho detto che mi piace scrivere, si.
Mi piace lavorare con i Social, capirli. Proprio per questa mia passione sono Social Media di alcune aziende.
Partecipo ad eventi principalmente in Lombardia perché è lo scopo del mio blog grazie alla rubrica Taste in Lombardia. Attraverso ricette, consigli, recensioni mi impegno a promuovere il territorio in Lombardia.
E’ davvero una grande soddisfazione quando qui, sul blog, o sui social, mi fate sentire la vostra presenza. Perché allora significa che, forse, qualcosa di giusto si fa! 😉

Qualcosa di me, Giada Galbignani


Qualcosa di me. Co
rreva l’anno 2015

Il mio primo blog. Pane Burro e Amore, la mia finestra sul mondo.

Lo è stato in un momento della mia vita in cui avevo bisogno di pensare a me e solo a me. Di ricominciare da qualche parte. Una mia scelta, quella scelta che nessun altro avrebbe potuto prendere. Mettersi in gioco.
E così è nato Pane Burro e Amore.
E alla domanda: quale nome vorresti dare al tuo blog?
Chiusi gli occhi e ripensai al periodo più bello della mia vita. Da bambina, quando le difficoltà si affrontavano insieme. Quando i miei genitori erano la mia famiglia e il sorriso di mio papà era la più bella cosa che io avessi mai visto. Quando mia mamma cercava di non farmi mancare niente. Ma ciò che mi mancava era proprio lui.
Avevo 7 anni. Poi tutto è cambiato.
Abitavamo in frazione e quando tornavo da scuola con lo scuolabus, mi aspettava la nonna. Mi preparava sempre merenda ed era Pane burro e zucchero.
Da qui, il nome del mio blog. Solo una piccola modifica, Zucchero con Amore, questo perché ho unito la dolcezza dello zucchero all’amore con cui la nonna mi preparava la merenda.
Le ricette che trovate sono preparate con amore e con cura per le persone che nella mia vita hanno lasciato un segno. Molte volte anche solo per me stessa.
In ogni pubblicazione cercherò di raccontare una parte di me, una parte della mia vita. 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi